Eventi

dal 27 novembre 2017 ore 11:00 al 29 novembre 2017 ore 13:00

Terza Ora Teatro

Questo evento è collegato alle sezioni: Eventi culturali e di spettacolo

Raptus

Raptus

Terza ora teatro è la storica rassegna di matinée che il Cada Die Teatro organizza per gli studenti delle scuole superiori. 
Ogni anno vengono proposti alcuni spettacoli rilevanti per tematiche storiche e sociali. Per i ragazzi, l’iniziativa rappresenta un momento di avvicinamento al teatro, un'occasione per acquisire nuove conoscenze su temi spesso aderenti alla formazione scolastica, ma sopratutto per stimolare riflessioni. Infatti, al termine di ogni rappresentazione, si tiene un incontro tra studenti, insegnanti e teatranti per riflettere sulle tematiche affrontate. 

Terzo appuntamento

Lunedì 27 novembre 2017 (dalle ore 11:00 alle ore 13:00)
Martedì 28 novembre 2017 (dalle ore 11:00 alle ore 13:00)
Mercoledì 29 novembre 2017 (dalle ore 11:00 alle ore 13:00)
con “Raptus”
 

di e con Rossella Dassu
voce fuori campo Francesca Mazza
disegno luci, audio Giovanni Schirru
elaborazione suono Matteo Sanna
regia, collaborazione alla drammaturgia Alessandro Lay

Una produzione Cada Die Teatro

Quello che ci siamo proposti è un percorso a ritroso che ci permetta di identificare le origini storiche e culturali di questi gesti efferati, erroneamente definiti “raptus”.E così siamo tornati indietro fino al mito greco, quel patrimonio ricchissimo a cui ancora oggi attingono psicologia e psicoanalisi e da cui trae origine il nostro immaginario occidentale, per scoprire che spesso accanto ad eroi dalle gesta gloriose si alternano figure femminili subalterne, spesso puramente a servizio dei protagonisti maschili, talvolta da questi tradite e abbandonate, talvolta spinte all’azione dall’orgoglio e definite di conseguenza come pericolose ed efferate criminali. Non sorprende del resto che tutto ciò che ci è stato tramandato dall’antica Grecia si sia conservato grazie alla preziosa mediazione di autori rigorosamente uomini. E così diamo voce ad alcune di quelle donne e ad alcuni di quegli uomini, immaginandoli protagonisti di un processo in cui imputati e vittime alternano la loro versione dei fatti per concludere con l’intervento di un coro/giudice che più che giudicare tenta di comprendere, consci del fatto che risieda nella comprensione l’unica possibile giustizia, se di giustizia si può mai parlare.

Cartina della città
  • Teatro La Vetreria

    Via Italia, 63 - Cagliari

Questa pagina ti è stata utile?

Segnalaci se la pagina è stata di tuo gradimento. Esprimi la tua opinione selezionando uno smile. Il voto è anonimo, puoi esprimere una preferenza per ogni pagina nell'arco di 24 ore.