Eventi

dal 4 dicembre 2019 ore 21:00 al 4 dicembre 2019 ore 23:00

Alfonsina Panciavuota

Questo evento è collegato alle sezioni: Teatro

Teatrexma-Tutto il mondo è teatro
Venti titoli distribuiti in sette mesi dal 25 ottobre 2019 al 10 maggio 2020 per un totale di 23 repliche, oltre a due eventi straordinari. Questi i numeri principali della terza edizione di TeatrExma, la stagione teatrale organizzata dal Teatro dallarmadio con la direzione artistica di Fabio Marceddu anima, con Antonello Murgia, della compagnia cagliaritana.
 
Il mese di dicembre si apre con i padroni di casa del Teatro dallarmadio che mercoledì 4 alle 21.00 ripropongono Alfonsina Panciavuota, il loro spettacolo pluripremiato con il Premio del Pubblico e della Giuria dei Tecnici al Festival “Le voci dell’anima 2018”, con il Premio della critica al Festival della Resistenza 2019 al Museo dei fratelli Cervi Gattatico Reggio Emilia e con il Premio della Critica Ermo Colle 2019 a Parma.
 
Lo spettacolo scritto e interpretato da Fabio Marceddu 
con l’ideazione scenica e la regia di Antonello Murgia, si avvaledelle scene e dei costumi di Paoletta Dessì, della 
collaborazione drammaturgica di Francesco Niccolini e dell’aiuto alla regia di Daniela Littarru. Le musiche originali sono composte da Antonello Murgia, le fotografie di scena di Francesca Mu e Davide Pioggia.
 
Nella Sardegna del secondo dopoguerra, in cui alla crisi legata alla caduta del regime si aggiunge quella del sistema, si svolge la tragedia personale di Alfonsina Panciavuota, classe 1932, l'ultima di nove figli, venduta a 10 anni come serva, al padrone della miniera. L'attore, in scena, affronta la storia di quella che è stata una delle tante “pance vuote”, un feroce viaggio alla scoperta della parte in ombra della nostra società, raccontata tra bisbigli e sussurri. Nonostante tutto Alfonsina riesce a trovare la forza per opporsi e tentare di cambiare il proprio destino. “Fa che io non ti sogni mai”, urla una notte e quando Alfonsina sogna, i suoi sogni si avverano sempre, e quella notte li sogna tutti: il padrone, le sorelle, il parroco, il mezzadro.
Questa è la storia di una donna. Una storia di violenza sulle donne. Una donna che è stata bambina. Una donna madre. Una donna che non ha contato nulla.

 

Cartina della città

Questa pagina ti è stata utile?

Segnalaci se la pagina è stata di tuo gradimento. Esprimi la tua opinione selezionando uno smile. Il voto è anonimo, puoi esprimere una preferenza per ogni pagina nell'arco di 24 ore.