Eventi

dal 24 settembre 2021 ore 20:00 al 24 settembre 2021 ore 23:30

Trio Bobo in concerto

Questo evento è collegato alle sezioni: Concerti, Rassegne musicali

Ventiquattresima edizione del Festival Forma e Poesia nel Jazz

La ventiquattresima edizione di Forma e Poesia nel Jazz - Essere Sostenibili - continua con un doppio concerto imperdibile al Parco della Basilica di San Saturnino. La serata si apre alle 20.00 con il trio Jazz-Fusion condotto dal chitarrista Matteo Mancuso, già ospite del festival nella passata edizione, che si conferma come uno dei nomi più interessanti della scena Jazz italiana.
A chiudere la serata il celebre Trio Bobo, capitanato da Faso e Christian Meyer, musicisti straordinari (Elio e le Storie Tese) accompagnati dal chitarrista Alessio Menconi. 
 
Trio Bobo [biografia]
Il Trio Bobo nasce nel 2002 dall'esigenza di Faso e Christian Meyer, funambolica sezione ritmica di Elio e le Storie Tese, di misurarsi con generi musicali che nella band "madre" difficilmente vengono approfonditi, nella fattispecie la musica di derivazione africana, il jazz e la fusion.
Dopo l'esperienza con alcuni quartetti e quintetti con fiati e pianoforte, fra cui la Little Big Band e gli Energia Pura, con cui si esibiscono facendo cover nei locali, i due decidono di optare per una situazione più snella: è in questo frangente che Christian Meyer assiste a un concerto in cui suona il chitarrista Alessio Menconi, apprezzandone le qualità e proponendogli di provare a suonare insieme.
Menconi, che, nonostante la giovane età, vanta collaborazioni di livello internazionale, tra le quali spicca la realizzazione di quattro album con Paolo Conte (con il quale prende parte anche a diversi tour europei), si rivela il profilo perfetto per completare il trio, essendo sia un esecutore puntiglioso che un musicista in grado di improvvisare ad alti livelli.
Dopo un periodo passato a fare cover, il gruppo inizia a comporre materiale proprio e giunge nel 2005 alla registrazione del primo album omonimo, che crea immediato interesse nell'ambito jazz nazionale.
Nonostante i numerosi impegni dei singoli membri, in primo luogo l'intensa attività live di Elio e le Storie Tese, il Trio Bobo rimane attivo, mantenendo lo spirito giocoso ed esuberante che caratterizza le personalità dei suoi membri, con un’intensa attività live nei locali di tutta Italia, con qualche sporadica sortita oltre confine e giunge nel 2016 al secondo album, "Pepper Games", con cui consolida il proprio suono fatto di groove africano, suoni latini e un'impronta marcatamente jazz/rock.
Nel 2019, a seguito dello scioglimento degli EelST, il Trio entra a far parte della Hukapan Management, di proprietà degli stessi EelST, e mette in cantiere il terzo album con la presenza di ospiti quali Stefano Bollani al piano e la cantante indiana Varijashree Venugopal: l'album vedrà la luce nell'ottobre dello stesso anno e si intitolerà "Sensurround". Grazie all’interesse di una major come Universal, che li porterà finalmente a coronare il loro sogno e a vedere il loro disco stampato e distribuito da una delle più importanti etichette di genere: Decca/Universal, il Trio Bobo è pronto per affrontare il mondo!
 
 
Matteo Mancuso [biografia]
 
Classe 1996, Matteo Mancuso si è formato musicalmente a livello accademico a Palermo. Ha collaborato con i maggiori musicisti siciliani, mettendosi alla prova con la musica che va da Wes Montgomery al jazz contemporaneo. Con il trio SNIPS, con Salvatore Lima alla batteria e Riccardo Oliva al basso, si dedica alla fusion. Padroneggia sia la chitarra classica che la chitarra elettrica e proprio con quest'ultima ha sviluppato una personale tecnica senza plettro, utilizzando solamente le dita, proponendo un linguaggio musicale unico. È seguito da un vastissimo pubblico internazionale ed è stato elogiato da grandi chitarristi come Steve Vai, Al Di Meola, Joe Bonamassa e Dweezil Zappa. Nel 2020 Matteo Mancuso ha fondato il suo nuovo trio con Stefano India al basso e Giuseppe Bruno alla batteria, coi quali presenta brani originali. 
 
 
Essere Sostenibili - FPJ Festival 
Si può essere sostenibili in tanti modi: rispettando l'ambiente, utilizzando mezzi poco inquinanti e persino attraverso la musica. Questa nuova edizione del Festival guarda al futuro e si immerge nella natura, coinvolgendo spazi incredibilmente suggestivi e fortemente caratterizzati dalla natura.
 

Cartina della città
  • Basilica di San Saturnino

    Piazza San Cosimo, - Cagliari

    Vedi la scheda

Questa pagina ti è stata utile?

Segnalaci se la pagina è stata di tuo gradimento. Esprimi la tua opinione selezionando uno smile. Il voto è anonimo, puoi esprimere una preferenza per ogni pagina nell'arco di 24 ore.