Eventi

dal 20 maggio 2022 ore 10:00 al 26 giugno 2022 ore 18:00

Oltre il senso

Questo evento è collegato alle sezioni: Eventi culturali e di spettacolo, Mostre

Installazioni e proiezioni immersive
Il Castello San Michele di Cagliari ospita Oltre il senso, il nuovo progetto ideato e curato da Spazio Musica e realizzato con la collaborazione del Consorzio Camù e di Orientare.
 
Oltre il senso è un ambiente immersivo e multipercettivo che valorizza alcune opere scelte dalle raccolte dei Musei Civici di Cagliari (Collezione Ingrao, Collezione Ugo, Collezione Artisti Sardi). Attraverso una serie originale di dispositivi come elaborazioni multimediali, installazioni interattive e l’ausilio di particolari guide sonore, il progetto intende ripensare i processi di relazione tra pubblico e opere. 
 
“Si tratta - dice il direttore artistico di Spazio Musica Fabrizio Casti - di un progetto di trasformazione di segni artistici in forme sonore e visuali, con il fine di ricreare uno spazio in grado di respirare ed entrare in sintonia con le persone che lo abitano. In Oltre il senso la musica e il suono rinforzano l’immaginario percettivo facendo da guida sonora insolita. Davanti ad un’opera d’arte il sonoro può cambiare il nostro modo di percepirla, gli stimoli sonori ci suggestionano, ci stimolano, cambiano l’atmosfera complessiva permettendoci di vedere altro”.  
 
Le sale del Castello ospiteranno 4 postazioni dislocate nei diversi ambienti all’interno dei quali le persone possono muoversi liberamente. Al piano terra lo spazio immersivo incentrato sulla presentazione delle opere in un ambiente 3D (opere scelte dalla collezione Ingrao); al piano ammezzato (Torretta) un’installazione interattiva che si ispira allo “Spazio elastico” di Gianni Colombo (collezione Ugo Ugo), al primo piano un video interattivo che elabora e trasforma i segni delle opere più contemporanee (opere scelte dalla collezione Ugo Ugo) e, sempre al primo, nella Torretta, un video interattivo che esplora gli sguardi e l’assenza degli sguardi, il guardare e l’essere guardati (opere scelte dalla collezione Ingrao e della Collezione Sarda).
 
Attraverso una serie originale di dispositivi come elaborazioni multimediali, installazioni interattive e l’ausilio di particolari guide sonore, il progetto di Spazio Musica intende ripensare i processi di relazione tra pubblico e opere. Questa relazione è, in genere, incentrata sul lavoro di interpretazione dell’opera d’arte: qui l’opera d’arte diventa il centro di un lavoro di percezione, ognuno con il proprio corpo, con il proprio sentire, con i propri limiti, con il proprio vivere impressioni significative.
 
Le attività collaterali: In questa esperienza immersiva, che coinvolge il corpo e la mente, sarà possibile navigare dentro un’esplorazione sinestetica che orienta alla divergenza ri-visitando il proprio sapere, il proprio sentire, il proprio pensare l’opera, scoprendo un modo di osservare oltre il noto.
 
I visitatori potranno così ascoltare con le mani, toccare con l’udito, suonare con i gesti e il senso dell’udito, al pari e tramite il tatto, sarà lo strumento per viaggiare creativamente dentro l’opera attraverso prospettive non viste prima. Ecco perché parallelamente alla mostra si svolgeranno diverse attività legate al progetto come azioni performative per sperimentare nuove forme di esperienza dell'arte e dei laboratori settimanali Ascoltare con le mani Esperienza tattile e vibrazione sonora condotto da Alessandra Seggi e Riprendere i sensi Percorsi di aisthesis pratica - esperienza estetica condotti da Marco Peri.

 

Cartina della città
  • Castello di San Michele

    via Cinquini, s.n.c. - Castello di San Michele - Cagliari

    Vedi la scheda

Questa pagina ti è stata utile?

Segnalaci se la pagina è stata di tuo gradimento. Esprimi la tua opinione selezionando uno smile. Il voto è anonimo, puoi esprimere una preferenza per ogni pagina nell'arco di 24 ore.