Eventi

dal 3 dicembre 2021 ore 17:30 al 12 dicembre 2021 ore 19:00

Lei Festival 2021

Questo evento è collegato alle sezioni: Eventi culturali e di spettacolo

Incontri con gli autori

Il LEI Festival (Lettura, Emozione, Intelligenza) vi aspetta al Teatro Doglio con numerosi ospiti e tanti incontri incentrati sul tema "Amare".
 
Programma
 
Venerdì 3 dicembre, ore 17:30
Ingresso gratuito
 
Conferenza di Monica Farnetti
L'Amore delle donne
In collaborazione con il Laboratorio di filosofia Pensare in presenza, Se Non Ora Quando, Centro Donna CGIL.
A partire dal tardo Medioevo, ripetutamente si riscontra fra gruppi di letterate una forma trasversale, fortemente affettiva e coniugativa di attenzione, implicante la fiducia e l'ammirazione reciproche pubblicamente testimoniate. Precoce alzata d’ingegno delle donne su di sé, che sottrae le loro vite all'orbita del desiderio maschile, vi si ravvisano i fondamenti di un'etica amorosa e di una cultura della sorellanza che anticipa l'avvento della rivoluzione femminista.
 
 
Ore 18:30
Ingresso gratuito
 
Incontro con Andrea Colamedici e Maura Gancitano
L'alba dei nuovi dei
La vita contemporanea sembra non avere senso, valore e direzione. Non sembrano esserci la bussola, le mappe e la struttura per cogliere i motivi per cui valga la pena vivere e sembra impossibile far germinare una comunità. Percepiamo di abitare una qualche crepa, e ci sentiamo unici e isolati. Forse abbiamo contemporaneamente torto e ragione.
Per capirlo dobbiamo tornare indietro nel tempo. È mai esistita un’epoca precedente alla nostra in cui è avvenuto un cambiamento simile? Cosa hanno fatto le persone allora? Come hanno generato comunità? Possiamo imparare da loro, anche soltanto a non commettere gli stessi errori o a non essere così profondamente ridicoli?
Libro di riferimento: L'alba dei nuovi dei. Da Platone ai big data (Mondadori, 2021)
 
ore 20:00, Incontro a pagamento, 10 euro, tramite Eventbrite: https://bit.ly/bigliettigalimberti
 
Conferenza di Umberto Galimberti
In dialogo su Platone con le cose dell'amore
“Se io ti do il mio amore, che cosa ti sto dando di preciso? Il mio desiderio, la mia passione, la mia immaginazione, la mia idealizzazione, l’angoscia della mia solitudine, la mia voglia di emancipazione? Chi è l’Io che sta facendo questa offerta? E chi, per inciso, sei tu?” si domanda lo psicoanalista americano Stephen Mitchell in "L’amore può durare?" Il destino dell’amore romantico (Raffaello Cortina).
La domanda non è retorica. Segna piuttosto un ribaltamento radicale circa il modo di considerare l’amore, quasi sempre pensato come qualcosa in possesso dell’Io, qualcosa di cui l’Io può disporre. L’ultimo a ricordarcelo, in ordine di tempo, è stato Freud quando ha detto che “L’Io non è padrone in casa propria”, perché inconsce sono le forze che determinano quelle che l’Io considera sue scelte. Ma prima di Freud a cogliere nell’amore ciò che viola l’integrità dell’Io è stato Platone.
Leggendo Platone capiamo che
amore non è comprensione, condivisione, gentilezza, rispetto, passione che tocca l’anima o che contamina i corpi. Amore è violazione dell’integrità degli individui, è toccare con mano l’altra parte di noi stessi.
 
Sabato 4 dicembre, ore 17:00
Ingresso gratuito
 
Conferenza di Maciej Bielawski
Circolo vitale: dall'amore alla meditazione e viceversa
Nel mondo ideale la relazione tra l’amore e la meditazione è costitutiva, armoniosa e reciproca, ma nella concretezza della vita questo cerchio si spezza, perciò il suo ripristino necessita di una pressi disciplinata e di una riflessione approfondita.
 
ore 18:00, ingresso gratuito
 
Autocoscienza e desiderio
Incontro con Jennifer Guerra, autrice dei libri Il corpo elettrico, e Il capitale amoroso, in dialogo con l’attivista e blogger Ethan Bonali
Oggi il corpo messo al centro del dibattito nella società contemporanea è quello della donna, che si fa terreno simbolico, campo sui cui combattono forze diverse e in contrapposizione. In "Il corpo elettrico" Jennifer Guerra traccia un percorso che parte dall'autocoscienza del corpo femminile e arriva fino ai gender studies contemporanei, per recuperare i concetti e le lotte femministe e adattarle al nuovo millennio. Al centro di questo percorso il corpo ribelle e desiderante, il Soggetto da cui dovremmo ripartire, l'unico bene che nessuno può toglierci.
 
ore 19:00, ingresso gratuito
 
Compagni di viaggio: le canzoni d'amore di Francesco de Gregori
Incontro con Enrico Deregibus, autore del libro Francesco de Gregori. I testi. La storia delle canzoni
in dialogo con il giornalista Simone Cavagnino
In collaborazione con Festival Pazza Idea
I brani di Francesco De Gregori continuano a non stancarci mai. Le sue canzoni d’amore sembrano poesie o narrazioni esistenziali per le metafore e le allegorie che vi aleggiano, così leggere da trasportarci in un universo lontano, fatto di immagini bellissime ed eteree. Ripercorriamo i suoi brani più emozionanti con Enrico Deregibus che insieme a De Gregori ha ricostruito una radiografia approfondita dei brani, del come sono nati e come si sono sviluppati, indagandone le numerosissime sfaccettature, con rivelazioni inedite.
 
ore 20:30, Incontro a pagamento, 10 euro, tramite Eventbrite: https://bit.ly/biglietticatalano
 
Spettacolo-reading di Guido Catalano
Guido Catalano, solo reading
Guido Catalano torna dal vivo per fare la cosa che gli piace di più al mondo: abbattere la parete che in questi mesi ci ha tenuti lontani, armato di asta, microfono e di un mazzo di fiabe poetiche e di poesie favolose. Un reading per voce sola, costellato di racconti di vita vissuta, sperata, sognata, con una propensione spinta all’amore in tutte le sue forme conosciute.
 
Domenica 5 dicembre
Per gli incontri di questa giornata è previsto un servizio di respeaking e interpretariato LIS, al fine di rendere accessibile l'evento anche a persone con difficoltà sensoriali e/o linguistiche.
 
ore 16:30, ingresso gratuito
 
Dubbi, paure, amori e altre mostruosità
Incontro con Roberta Guzzardi, autrice del libro fumetto io e (il) mostro
in dialogo con il giornalista Guido Garau
Un libro fumetto per guardarci dentro senza paura, e imparare che non siamo soli con le nostre difficoltà, le nostre emozioni, i nostri dubbi e i nostri sentimenti. Le nostre ombre, seppur inquietanti, sono una parte essenziale della nostra personalità. Imparare a decriptare il linguaggio che hanno i nostri mostri interiori è fondamentale per scoprire che, spesso, quello che vediamo come negativo, è solo una parte di noi con la quale non abbiamo ancora capito come relazionarci, ma che ha molte, molte cose da dirci su chi siamo davvero.
 
ore 17:30, ingresso gratuito
 
Conferenza di Leonardo Caffo
Amore Adolescenziale
Prima di tutto una definizione d'amore: "legame tra due o più persone con pretesa di eternità". Se questa definizione funziona, forse, siamo condannati a pensare che l'unico amore possibile sia quello adolescenziale, unico momento della vita in cui sperimentiamo l'eterno. Non è eterno ciò che dura per sempre ma l'incapacità di vederne la fine. Dunque, ancora una volta forse, dire amore significa dire adolescenza, e dire adolescenza vuol dire amare e amarsi per sempre.
 
ore 18:30, ingresso gratuito
 
Coppie che si amano
Incontro con la giornalista Simonetta Fiori, autrice de La testa e il cuore. L'amore in trenta storie, in dialogo con lo psicoterapeuta Alfredo camera.
Conduce la giornalista Anna Bandettini.
Fabrizio De André e Dori Ghezzi, Giorgio Gaber e Ombretta Colli, Julian Barnes e PatCavanagh, Liliana Segre e Alfredo Belli Paci, Renzo Arbore e Mariangela Melato, Dario Fo e Franca Rame sono solo alcune delle coppie famose che attraverso le loro interviste consentono di tracciare una geografia passionale e fragile di quel vissuto segreto che è l’amore. Emozioni contrastanti, relazioni diverse, ma in egual misura profonde, a volte fragili e difficili, ci ricordano che l’obiettivo della coppia è amarsi e non semplicemente durare.
 
ore 19:30, ingresso gratuito
 
Conferenza di Simone Regazzoni
Filosofia come dichiarazione d'amore
In collaborazione con il Cagliari FestivalScienza
La filosofia nasce come sapere erotico, come amore per il sapere, per questo quando Platone, nel Simposio, riflette sulla natura di Eros, di Amore, riflette al contempo sulla filosofia. E tuttavia, all’origine della filosofia non c’è solo un discorso amoroso, una teoria dell’amore, ma una dichiarazione d’amore: la sfrontata dichiarazione d’amore di Alcibiade per Socrate che fa arrossire la stessa filosofia. Perché una dichiarazione d’amore? Perché l’amore, questa passione che ci domina, è una passione del linguaggio: richiede linguaggio, invenzione linguistica, pegno e impegno di parole, promessa, giuramento, messaggi, poesie, canzoni, ripetizione ogni volta unica della formula “ti amo” che ha effetti enormi sulle nostre esistenze. L’amore degno di questo nome si fa là dove si incontrano corpi e parole.
 
 
Il 12 dicembre ci sposteremo al Centro d'Arte e Cultura Il Ghetto.
 
Antonella Inverno, dalle ore 17, presenterà l’ultimo Atlante dell'Infanzia di Save the Children 2021, dal titolo Il futuro è qui, in conversazione con l’educatore, divulgatore pedagogico Lorenzo Braina e Orsola Apice, Garante dei diritti per l’infanzia e l’adolescenza della Città Metropolitana di Cagliari.

Cartina della città

Questa pagina ti è stata utile?

Segnalaci se la pagina è stata di tuo gradimento. Esprimi la tua opinione selezionando uno smile. Il voto è anonimo, puoi esprimere una preferenza per ogni pagina nell'arco di 24 ore.