Eventi

dal 1 dicembre 2021 ore 19:00 al 5 dicembre 2021 ore 21:00

Amici Fragili

Questo evento è collegato alle sezioni: Teatro

La Grande Prosa

La storia di un incontro tra Gigi Riva e Fabrizio De André
 
Prima Nazionale 
di Marco Caronna e Federico Buffa
con Federico Buffa, Marco Caronna chitarre, voci, chitarre, percussioni; pianoforte Alessandro Nidi
regia Marco Caronna
 
 
Amici Fragili è la nuova produzione teatrale che vede protagonista  Federico Buffa, il più importante storyteller sportivo italiano, che racconta l’incontro tra Gigi Riva e Fabrizio De André. Prodotto da International Music and Arts, lo spettacolo  è realizzato con la regia di Marco Caronna, sul palco anche in veste di musicista (chitarre, voci) insieme ad Alessandro Nidi (pianoforte), e testi di Federico Buffa e Marco Caronna. Speciale è l’intervento del musicista Paolo Fresu, che compare in Amici Fragili con un cameo sulle note della sua versione del brano No potho reposare. I visual dello spettacolo sono di Francesco Arcuri, il light designer è Francesco Trambaioli.
 
Da qualche tempo il giornalista milanese si è spostato dagli studi di Sky al teatro, riproponendo in una veste più elaborata il format che lo ha reso famoso: raccontare storie di sport e di personaggi leggendari – alcuni noti, altri dimenticati – in un incastro di ricordi, curiosità e coincidenze. In Amici Fragili l’ambizione è massima, perché Riva e De Andrè sono celebrità intolleranti alla retorica, sempre lontani dai riflettori e restii a dare in pasto a chicchessia sentimenti ed emozioni. Buffa non ha mai incontrato Gigi Riva. Da bambino però, quando il calciatore tornava a casa nel Varesotto, il giornalista, che viveva poco distante, saliva in sella alla sua bici e si appostava insieme ad altri coetanei sotto l’abitazione del bomber, che alla fine degli anni Sessanta era già una stella del calcio internazionale.
Di sicuro non c’era abbastanza materiale per costruire uno spettacolo così corposo, ma in questo Buffa è maestro. Le due ore scorrono via tra vicende parallele che a volte sembrano allontanarsi inesorabilmente dal nucleo narrativo, ma l’autore è abile a  rientrarvi con repentine sterzate. 
 
A un certo punto dello spettacolo, Buffa s’infila dentro una cabina telefonica e per qualche minuto veste i panni di Gigi Riva, in un dialogo immaginario e intimo con i genitori che non ci sono più.
 
Nel mare magnum della rete i giudizi su Buffa sono quasi tutti lusinghieri. A lui va il merito di avere riportato in auge un genere che già esisteva, ma che forse aveva bisogno di essere rinnovato, con un piglio più accattivante e un ritmo a tratti incalzante.
 
 

Cartina della città
  • Teatro Massimo

    Via De Magistris, 12 - angolo Viale Trento - Cagliari

    Vedi la scheda

Questa pagina ti è stata utile?

Segnalaci se la pagina è stata di tuo gradimento. Esprimi la tua opinione selezionando uno smile. Il voto è anonimo, puoi esprimere una preferenza per ogni pagina nell'arco di 24 ore.