Luoghi

Archivio Storico Diocesano

Archivio Storico Diocesano

Questo elemento appartiene alle categorie: Archivi

Orari di apertura:

L'archivio è aperto il lunedì, il martedì e il mercoledì dalle ore 09.30 alle ore 12.30. Il mercoledì anche dalle ore 16.00 alle ore 19.00

L'Archivio Diocesano dispone di circa 1000 m² suddivisi in cinque settori, tra loro indipendenti ma complementari: sala convegni, direzione, laboratori, depositi e sale studio. Raccoglie 450 pergamene dal sec. XII al XX e 4432 unità dal sec. XIV all'anno 1988, con documenti in copia dal 1070.
Archivio Storico Diocesano

L'Archivio Diocesano di Cagliari, dispone di circa 1000 m² di estensione ed è suddiviso in cinque settori, indipendenti tra loro ma complementari: sala convegni, direzione, laboratori, depositi e sale studio.
La pergamena più antica conservata, priva di data, è stata datata tra il 1114 e il 1120. Essa, insieme ad altre, conosciute col nome di "Carte volgari", proviene dall'ormai soppressa Diocesi di Suelli.

La documentazione riguardante direttamente l'arcidiocesi è successiva al XV secolo, periodo in cui l'archivio subì un grave incendio che ne causò notevoli depauperamenti. Le "Carte volgari" sono, in tutti i casi, i più antichi documenti conservati negli archivi della Sardegna.

Fino al 1980 l'archivio era conservato in ambienti inadeguati al piano terra dell'episcopio: nell'autunno dello stesso anno fu trasferito nei locali più ampi del seminario diocesano, dove si trova tuttora. Vi si conservano in totale 450 pergamene (dal XII al XX secolo), e 4432 unità (dal XIV secolo all'anno 1988), con documenti in copia dal 1070.

Questa pagina ti è stata utile?

Segnalaci se la pagina è stata di tuo gradimento. Esprimi la tua opinione selezionando uno smile. Il voto è anonimo, puoi esprimere una preferenza per ogni pagina nell'arco di 24 ore.