Luoghi

Punto panoramico Sella del Diavolo

Punto panoramico Sella del Diavolo

Questo elemento appartiene alle categorie: Punti panoramici

Dalla cima del promontorio si può cogliere una vista spettacolare che spazia da Viale Poetto sino a Capo Carbonara e al mare aperto.
Punto panoramico Sella del Diavolo

Dalla Sella del Diavolo, sul promontorio di Sant’Elia, si può cogliere una vista spettacolare che spazia da Viale Poetto sino a Capo Carbonara e al mare aperto.

Si raggiunge attraverso un sentiero verde, che attraversa aree peculiari per le valenze archeologiche, ambientali, ecologiche e paesaggistiche.

È possibile individuare diversi punti di sosta sui quali vale la pena fermarsi e da cui si possono ammirare: in direzione nord – nord ovest, il fronte delle cave (origine romana, fino al ‘900). 

Il mare aperto, la Torre dei Segnali con il Faro di Cala Mosca, il porto canale, l’area industriale di Macchiareddu e la stessa Cagliari, peculiarità botaniche come la Palma di S. Pietro, vari olivastri e ginepri.

Uno dei punti più interessanti è una vera e propria terrazza naturale su Cagliari, il Poetto, le saline. Sul crinale è possibile osservare completamente sia la visuale a nord, cioè la lunga lingua di terra fra mare e saline che caratterizza uno dei paesaggi cagliaritani per eccellenza, la spiaggia del Poetto; mentre verso sud la visuale può spaziare sull’intero promontorio.

Il primo elemento naturale facilmente percepibile è lo sperone naturale della Sella del Diavolo, poi la Torre di S. Elia, la Torre del Poetto, i ruderi delle installazioni militari della II guerra mondiale ed i resti del complesso monastico di S. Elia, dove vennero rinvenute le reliquie del martire.

Poco oltre si cammina sulla falèsia sovrastante la Grotta dei Colombi. Seguendo l’antica viabilità di epoca romana, si trova la cisterna di epoca punica. In un altro punto interessante si domina l’intero canyon naturale, ricco di vegetazione mediterranea, scavato da un antico corso d’acqua che ha modellato il territorio.

Infine, si possono ammirare Cala Fighera e Cala Mosca. L’intero sentiero naturalistico ed archeologico è percorribile da chiunque sia un minimo abituato a camminare, basta avere un paio di calzature robuste e una scorta d’acqua.

Questa pagina ti è stata utile?

Segnalaci se la pagina è stata di tuo gradimento. Esprimi la tua opinione selezionando uno smile. Il voto è anonimo, puoi esprimere una preferenza per ogni pagina nell'arco di 24 ore.