Eventi

dal 27 aprile 2017 ore 15:00 al 28 aprile 2017 ore 20:00

Un secolo di rivoluzioni

Questo evento è collegato alle sezioni: Convegni

Percorsi gramsciani nel mondo.

Ales, 22 gennaio 1891 – Roma, 27 aprile 1937. Due date, due luoghi, una vita racchiusa in mezzo. Una storia, però, su cui non è ancora scritta la parola “fine”. Anzi si potrebbe dire che quella di Antonio Gramsci è ricominciata e come un fiume in piena ha travolto il mondo, portato via le macerie e reso finalmente giustizia a uno dei più importanti pensatori del XX secolo.

 

A 80 anni dalla morte di Antonio Gramsci, il Comune di Cagliari e le Università del Capoluogo e Sassari, in collaborazione con le associazioni gramsciane sarde, organizzano un ciclo di incontri-studio per invitare a riscoprire gli scritti e il pensiero di “un importante uomo di Sardegna”. Ma anche una delle persone che sono state capaci di “riflettere in modo profondo sulle condizioni dell'Italia del secolo scorso”, toccando tutti i problemi fondamentali che ritroviamo anche nel Paese di oggi, dalla questione meridionale alla posizione degli intellettuali nella società, fino anche alla globalizzazione.

 

È l'assessore alla Cultura Paolo Frau a presentare stamattina il Convegno internazionale "Un secolo di rivoluzioni. Percorsi gramsciani nel mondo", in occasione delle celebrazioni del 2017, decretato “Anno gramsciano" dalla Regione lo scorso gennaio 2016. “La Regione – ha spiegato - ha voluto coinvolgere nell'iniziativa tutti i comuni che sono stati in qualche modo tappe significative nella vita e nel processo di formazione di Antonio Gramsci, perciò anche Cagliari, città nella quale ha abitato e studiato”.

 

“Un secolo di rivoluzioni. Percorsi gramsciani nel mondo” si terrà quindi nelle giornate di giovedì 27 e venerdì 28 aprile 2017, a Cagliari, al Piccolo Auditorium comunale. L'appuntamento internazionale sarà diviso in 4 sessioni, in cui si articoleranno le prospettive teoriche e storiche, filologiche, filosofiche e politiche “Dall’agire rivoluzionario al populismo”. “Conflitti e rivoluzioni nel secolo breve”, sarà l'argomento di apertura del Convegno.

 

La seconda giornata, 28 aprile, sarà aperta da Alvaro Garcìa Linera (vicepresidente della Bolivia e studioso di Gramsci). Al centro dei lavori la discussione su “Conflitti e rivoluzioni nel XXI secolo: prospettive epistemologiche gramsciane”. La terza sessione sarà invece dedicata ai “Movimenti contro-egemonici e rivoluzioni passive in Asia e America Latina”, mentre nel pomeriggio la sessione conclusiva si concentrerà sui “Percorsi rivoluzionari in Medio Oriente”.

 

L'anteprima del Convegno, prevista per mercoledì 26 aprile alle ore 21, sempre al Piccolo Auditorium di piazza Dettori, sarà curata dell'associazione Malik che, nell'ambito della manifestazione “I libri aiutano a leggere il mondo”, propone Antonio Gramsci. Una storia in concerto: in scena “Le Voci del Tempo”, Mario Congiu e Marco Peroni, che presentano il lavoro dedicato al pensatore sardo per la prima volta, proprio in occasione delle celebrazioni organizzate per l'80° anniversario della sua morte.

Cartina della città

Questa pagina ti è stata utile?

Segnalaci se la pagina è stata di tuo gradimento. Esprimi la tua opinione selezionando uno smile. Il voto è anonimo, puoi esprimere una preferenza per ogni pagina nell'arco di 24 ore.