Eventi

dal 3 novembre 2017 ore 21:00 al 4 novembre 2017 ore 23:00

Five easy pieces

Questo evento è collegato alle sezioni: Teatro

Spettacolo al Teatro Massimo di Milo Rau.

È possibile – e con quali mezzi – mettere in scena con dei bambini la vita dell'assassino e pedofilo Marc Dutroux? Il regista teatrale svizzero Milo Rau con l'IIPM (International Institute of Political Murder) negli ultimi anni hanno conquistato le maggiori scene internazionali con il loro ineguagliabile teatro politico. I loro lavori, basati su testimonianze e ricostruzioni di storie vere, demoliscono spietatamente i tabù della nostra epoca. Insieme al centro artistico CAMPO di Ghent hanno messo in piedi un ambizioso progetto che coinvolge bambini e adolescenti tra gli 8 e i 13 anni. Rau usa le biografie del criminale notoriamente più scandaloso del paese per disegnare una breve storia del Belgio e riflettere sulla (ra)ppresentazione dei sentimenti umani sul palcoscenico.

Five easy pieces esplora ciò che bambini sanno, sentono e fanno. Questioni puramente estetiche e teatrali si mescolano a quelle morali: come possono I bambini capire il vero significato del racconto, l'empatia, la perdita, la soggezione, la vecchiaia, la delusione o la ribellione?

Come reagiamo se li vediamo simulare scene di violenza o amore e romanticismo? In particolare, cosa dice questo delle nostre paure e dei nostri desideri? Si genera un'esperienza conflittuale.

In cinque esercizi di un'assoluta semplicità, brevi scene e monologhi in camera, i giovani attori si districano tra i diversi ruoli: l'agente di polizia, il padre di Marc Dutroux, una delle vittime o i genitori della ragazza morta. Assumono il loro ruolo e il loro destino attraverso le ricostruzioni che hanno provato con gli attori adulti: una visita alla scena del crimine, una cerimonia funebre, una scena quotidiana della vita del padre di Marc Dutroux. Da una parte si spiega lo scenario storico della storia belga, dalla dichiarazione di indipendenza del Congo fino alla manifestazione di massa denominata“White March”. D'altra parte, la produzione tiene conto dei limiti di ciò che I bambini sanno, sentono e possono fare. Cosa significa osservarli in queste scene? E cosa proviamo riguardo le nostre paure, speranze e tabù?

Cartina della città
  • Teatro Massimo e Minimax

    Via De Magistris, 12 - angolo Viale Trento - Cagliari

    Vedi la scheda

Questa pagina ti è stata utile?

Segnalaci se la pagina è stata di tuo gradimento. Esprimi la tua opinione selezionando uno smile. Il voto è anonimo, puoi esprimere una preferenza per ogni pagina nell'arco di 24 ore.