Eventi

dal 8 agosto 2018 ore 21:00 al 8 agosto 2018 ore 23:00

Cortoindanza/Logos. Un ponte verso l'Europa

Questo evento è collegato alle sezioni: Danza, Eventi culturali e di spettacolo, Teatro

Festival che risveglia i luoghi di storia attraverso l'arte contemporanea.

Il festival “Cortoindanza/Logos. Un ponte verso l’Europa” prevede spettacoli, residenze artistiche, laboratori, cantieri itineranti in un percorso straordinario tra i luoghi storici e culturali più belli e suggestivi di Cagliari:

CARTEC, Lazzaretto Sant’Elia, Rifugio Don Bosco, Teatro delle Saline, Manifattura Tabacchi, Orto Botanico e T.Off. Danza, teatro, videoArt, fotografia, luce: culture in movimento, arte performativa e luoghi sperimentati e trascritti attraverso i linguaggi dell’arte. Oltre 50 artisti da Francia, Spagna, Italia, Armenia, Germania, Colombia, Messico.

Logos, il luogo che racconta, sceglie, raccoglie e unisce, crea una dimensione culturale, artistica e una dialettica tra l’artista e il pubblico, tra i luoghi e l’arte performativa. Logos, è il dialogo profondo e interattivo fra danza, arte circense, musica, teatro, arte visiva, che si apre nella rassegna internazionale di danza contemporanea Cortoindanza/Logos”.

Un ampio programma che si articolerà in questa prima fase estiva tra diversi spazi urbani e culturali della città e un ampio cartellone di dieci spettacoli e diciotto titoli, fino all’8 agosto. L’arte unita alla dimensione storica dei luoghi servirà come cassa di risonanza per le azioni artistiche intraprese nei siti individuati per la realizzazione del progetto, in occasione dell’anno del Patrimonio Culturale Europeo 2018.

L’8 agosto al T.Off ore 21.00 l’ultimo appuntamento di questa prima sezione nella stagione estiva: “Il sentiero di K”. Ancora una prima nazionale, coreografia e regia di Simonetta Pusceddu e drammaturgia di Anthony Mathieu. Interpreti Anthony Mathieu e Antonio Piovanelli (produzione Tersicorea). Una creazione a sei mani, omaggio alla poetica di Tadeusz Kantor, un incontro di bellezza nella memoria. Una scena popolata da oggetti “poveri”: legni, ferri vecchi arrugginiti, oggetti strappati all’immondizia, alla morte, sospesi tra passato e infinito, che riportano alla luce gesti, suoni, odori, familiarità, emozioni.

Cartina della città
  • Spazio Teatrale T.Off Tersicorea

    Via Nazario Sauro, 6 - Cagliari

Questa pagina ti è stata utile?

Segnalaci se la pagina è stata di tuo gradimento. Esprimi la tua opinione selezionando uno smile. Il voto è anonimo, puoi esprimere una preferenza per ogni pagina nell'arco di 24 ore.