Eventi

dal 24 novembre 2020 ore 19:00 al 24 novembre 2020 ore 20:30

Autunno Danza XXVI Edizione-Festival di Danza e Arti Performative

Questo evento è collegato alle sezioni: Danza, Teatro

Igor e Moreno Beat

La 26° edizione del festival Autunno Danza accadrà negli ultimi mesi del 2020, l’anno della pandemia.

La programmazione del festival, modificata e riscritta, ruota intorno ai dubbi, al rifiuto delle asserzioni apodittiche, gioca con estetiche inconsuete, intersecando le molteplici percezioni con l’estrema concretezza di corpi in movimento, di luci che creano immagini, vibrazioni sonore che alterano i battiti interiori. Si sottrae alle convinzioni economicistiche e diffida dell’utilità disumanizzante. Naviga con leggerezza sulla molteplicità dei piani dell’essere, si affida alle visioni divergenti di artisti/e consapevoli dell’indissolubile continuum dell’umano con il postumano, capaci di inventare un futuro e intrecciare l’attenzione all’integrità naturale con le trame originali di culture differenti.

La potenza immaginativa e l’azione creativa saranno utili a provocare trasformazioni e rivoluzioni non più derogabili?

Igor e Moreno

Beat

Beat nasce dalla necessità di mettere in discussione cosa significa far parte di una generazione cresciuta con la promessa di infinite possibilità. Immaginiamo lo spettacolo come una celebrazione della fatica, del dolore, e dell’incertezza di decidere giorno per giorno – momento per momento – chi siamo. Una persona. Sul posto. Reinventandosi continuamente.
Il desiderio è che Beat generi riflessioni sugli aspetti sociali e comportamentali di come ci identifichiamo e come mettiamo in scena la nostra identità – genere, etnia, cultura, nazionalità, classe sociale. Alla ricerca di modalità per generare una sensazione di liberazione, la cultura “club” e l’utilizzo ricreativo di stupefacenti costituiscono un punto di riferimento per l’estetica della coreografia di Beat e una linea di indagine per esaminarne gli effetti sulla nostra percezione degli altri e del mondo che ci circonda, su come troviamo libertà, su come ci auto rappresentiamo. BEAT è per noi un’opportunità per mettere in discussione il significato di ‘scala’. Resistiamo a comprenderla come una traiettoria in espansione di budget e cast; allo stesso tempo, non rinunciamo alle nostre ambizioni. Ci chiediamo: come può un performer solo fermo sul posto generare un’esperienza per una grande folla?

Performance: Margherita Elliot
DJ: Martha
Disegno Luci: Seth Rook Williams
Set e costumi: KASPERSOPHIE
Aiuto drammaturgico: Simon Ellis
Orecchio Esterno: Alberto Ruiz Soler
Direttore di Produzione: Fergus Waldron Produzione: Sarah Maguire
Direzione: Moreno Solinas, Igor Urzelai Immagini: Alicia Clarke
Co-prodotto da Theatre de la Ville
Supportato tramite fondi pubblici da National Lottery attraverso Arts Council England. Commissionato da The Place, The Lowry e Cambridge Junction
Supportato dall’Ufficio deign Affari Culturali e Scientifici dell’Ambasciata Spagnola a Londra, Siobhan Davies Dance, Dance4, Workshop Foundation, Dantzagunea, l’Animal a l’Esquena, BAD Festival, S’ALA e The Point

Igor Urzelai e Moreno Solinas sono artisti Work Place presso The Place e Artisti Associati a TIR Danza


 

 

Cartina della città
  • Teatro Massimo

    Via De Magistris, 12 - angolo Viale Trento - Cagliari

    Vedi la scheda

Questa pagina ti è stata utile?

Segnalaci se la pagina è stata di tuo gradimento. Esprimi la tua opinione selezionando uno smile. Il voto è anonimo, puoi esprimere una preferenza per ogni pagina nell'arco di 24 ore.