Eventi

dal 15 dicembre 2017 ore 21:00 al 15 dicembre 2017 ore 23:00

ACòa - Festival Musicale a Palazzo Siotto - -IV edizione

Questo evento è collegato alle sezioni: Eventi culturali e di spettacolo, Rassegne musicali

Esibizione della formazione Glu e del Duo La Pioggia

Ritorna l'appuntamento con "ACòa", il festival musicale prodotto e organizzato dall'Associazione Le Officine che, come sottolinea il suo nome, si svolge fin dalla sua prima edizione negli ultimi mesi dell'anno, la "coda" (da qui il termine della lingua sarda ACòa) formata da ottobre, novembre e dicembre. Dal 20 ottobre al prossimo 13 gennaio saranno sette gli appuntamenti della manifestazione che ospiteranno sul palcoscenico della Sala dei Ritratti di Palazzo Siotto (via dei Genovesi 114, sede della Fondazione di ricerca "Giuseppe Siotto) altrettanti momenti di musica d'autore, con lo scopo di promuovere e divulgare i progetti indipendenti più interessanti della scena regionale, con uno sguardo attento a quella nazionale e internazionale.

 

La rassegna nelle prime edizioni ha ospitato importanti artisti della scena sarda, costituendo una vetrina e trampolino per talenti come il cantautore cagliaritano The Heart and The Void (al secolo Enrico Spanu), il post rock low-fi dei londinesi M!R!M!, il punk hardcore degli Heisenberg e poi i cantautori Capra (aka Gabriele Malavasi dei Gazebo Penguins), Old Fashioned Lover Boy, i sardi Dorian Gray, la band dream pop isolana dei Diverting Duo e il cantante e compositore Hola la Poyana. L'ultima edizione (la scorsa) ha registrato un'ulteriore svolta verso la ricerca di progetti dal suono più intimo e acustico, grazie al coinvolgimento dei bluesmen sardi Matteo Leone e Andrea Cubeddu, i percussionisti Paolo Sanna e Giacomo Salis e il folkman Franksy Natra (nome d'arte scelto dal musicista Stefano Podda).

 

La quarta edizione, il cui tema quest'anno è incentrato sul Wunderkammer (il termine fu usato in origine nel XVI sec. per indicare la «camera delle meraviglie» di una residenza destinato a raccogliere esemplari rari o bizzarri di storia naturale o artefatti. Il suo significato è all’origine del concetto moderno di museo, poiché all’interesse per il ‘meraviglioso’ unisce il bisogno di conoscenza sistematica), prosegue il suo percorso tra ricerca e sperimentazione e propone un cartellone con artisti provenienti da differenti territori musicali, con caratteristiche indubbiamente eterogenee, ma in grado di offrire delle performance dal vivo di grande impatto e originalità. Nel corso dei sette appuntamenti si alterneranno, tra gli altri, musicisti, compositori e cantautori del calibro di Stefano Guzzetti, Moonchild, Ed Carlsen, Claudio Conti, La Pioggia e il Duo Zighet.

 

Il festival, sotto la direzione artistica di Alice Deledda, è realizzato in collaborazione con la Fondazione di ricerca Giuseppe Siotto e ACCuS (associazione per la cooperazione culturale in Sardegna). In allegato il comunicato stampa con il calendario completo della rassegna.

 

 

Venerdì 15 Dicembre 2017 ore 21:00: Esibizione della formazione Glu e del Duo La Pioggia

 

 

Il 15 dicembre ACòa registrerà un doppio interessante appuntamento: alle 21 i riflettori illumineranno la giovane formazione Glù, duo composto da Enrico Marongiu e Francesco De Montis, in scena con il loro primo EP omonimo, pubblicato alla fine del 2015 con arrangiamento e produzione affidate al musicista e produttore Samuele Dessì, attualmente impegnato alla realizzazione del loro primo disco. La seconda parte della serata vedrà al centro del palcoscenico il progetto musicale "La Pioggia" di Andrea Cannucci (voce e chitarra) e Giuseppe Aledda (chitarra e cori), due musicisti della periferia di Cagliari che dopo aver suonato a lungo in altri contesti (sono membri della formazione The Erotik Monkey), hanno dato vita a questo sodalizio in cui urla e distorsioni lasciano spazio a canzoni trascinate da sentimenti e pulsioni differenti rispetto al passato. Nella scorsa primavera è uscito il loro EP di debutto, "Inverno", che contiene quattro brani inediti più la cover di "Vedrai vedrai" di Luigi Tenco. Alla sua produzione hanno collaborato Samuele Dessì e Andrea Suriani, che negli ultimi anni ha curato il mastering di alcuni tra gli album indie-pop italiani di maggior successo.

 

Cartina della città

Questa pagina ti è stata utile?

Segnalaci se la pagina è stata di tuo gradimento. Esprimi la tua opinione selezionando uno smile. Il voto è anonimo, puoi esprimere una preferenza per ogni pagina nell'arco di 24 ore.